Vacanze finite. Ansia da rientro? Combattiamola con le nuove app

Riposo finito e stress in agguato, amplificato dalla pressione del Covid. Ma le contromosse non mancano. Anche con l’aiuto del nostro smartphone, sempre più ricco di applicazioni

Vacanze finite. Ansia da rientro? Combattiamola con le nuove app

Riprendere la routine quotidiana dopo le vacanze non è semplice e l’incertezza sulla situazione sanitaria non aiuta ad affrontare il rientro con serenità. Ma anche qui può darci una mano il nostro ormai onnipresente compagno di vita, il telefonino di ultima generazione, lo smartphone che ci regala la connessione permanente e itinerante con il mondo del web. Fioriscono le app, accompagnano i nostri nuovi bisogni, si sincronizzano con i tempi che cambiano. Sono perfino troppe. Difficile scegliere. Non facile trovare quelle che ci servono davvero, ci aiutano, o semplicemente alleggeriscono il nostro cammino quotidiano. Come orientarsi? Cosa scaricare e installare a colpo (quasi) sicuro? Con l’aiuto degli esperti di Selectra, azienda che aiuta i consumatori a mettere a confronto le tariffe di luce, gas e internet e a gestire le pratiche contrattuali, dunque ben allenata a cogliere i segnali del cittadino-consumatore, ecco una selezione delle app più utili da scaricare per un rientro dalle vacanze più sicuro e tranquillo. Molti dei link utilizzati qui di seguito sono per il sistema Android ma le versioni per il mondo Apple non mancano. 

Punto primo: via lo stress

Tempi difficili. Ricominciamo con il piede giusto. La sindrome da rientro è un problema psicologico comune, che si riscontra spesso dopo un periodo di vacanze prolungato.

Ecco qualche app che aiuterà a riacquistare l’equilibrio psicologico: Sleep Cycle che monitora i cicli del sonno e ti sveglia nel momento giusto,  Calm e Headspace per rilassarci grazie alla meditazione ed addormentarci più facilmente, SAM (acronimo per  Self-help Anxiety Management) per attenuare l’ansia ed affrontare l’autunno con serenità.

Monitorare davvero il Coronavirus

La situazione con i contagi COVID rimane instabile e poco prevedibile. Oltre ad Immuni , la app istituizionale che impegna direttamente il nostro Governo, i sono tante app che ci aiutano a rimanere aggiornati sullo sviluppo della situazione sanitaria.

Coronavirus App permette di monitorare la situazione in tutto il mondo in tempo reale. E sono numerose le app regionali, che adottano soluzioni diverse:  Lazio Doctor e SiciliaSiCura permettono di ottenere una consulenza medica in via telematica, Sardegna Sicura è ideata per il tracciamento dei contagi, allertaLOM, in Lombardia, aiuta a valutare il rischio del contagio in base alla zona grazie a dei questionari anonimi,  #ACASAINSALUTE (Toscana) raccoglie i dati per un’indagine di sieroprevalenza, mentre TreCovid permette di approfondire la situazione Covid nel Trentino in una maniera più dettagliata. In fase di lancio anche Zero Covid in Veneto che avrà il compito di “smistare” i pazienti in base ai sintomi tra le varie strutture mediche.

Riconquistare l’ufficio in sicurezza

Sono tanti gli italiani che continuano a lavorare in smart working, ma quelli che devono tornare alla propria postazione in ufficio troveranno utile Urbi, l’aggregatore dei servizi di sharing di macchine, bici e monopattini, Parkopedia per trovare e prenotare parcheggio e MyCicero, che integra tutte le soluzioni per gli spostamenti, dai parcheggi ai mezzi pubblici.

Per organizzarsi a pranzo c’è Foodja, la nuova applicazione sviluppata tenendo conto dell’emergenza sanitaria, che permette di fare l’ordine nei locali scansionando il codice QR, pagare il conto online e gestire perfino l’accesso ai bagni. Invece per la pausa caffè con i colleghi c’è Matipay take 5, l’app per prenotare il proprio turno al distributore delle bevande o degli snack senza creare assembramenti.

Per gli imprenditori o per chi gestisce comunque un ufficio, ci sono strumenti pensati per le aziende, e quindi a pagamento, come Safe Workplace o Dgroove per organizzare l’accesso, prenotare le sale e gestire i flussi delle persone all’interno degli spazi lavorativi.

La scuola? Comunque si cambia

Che il processo di apprendimento avvenga nella tradizionale classe “fisica” o da remoto, le app sono sempre d’aiuto. Skuola.net ad esempio è utilissima per trovare appunti: ce ne sono oltre centomila tra versioni, tesine, dispense e altre guide pratiche.

Per organizzare meglio le attività quotidiane c’è Diario Scuola: con questa app si possono gestire voti, materie, assenze e addirittura calcolare la media scolastica. E non possono mancare i dizionari: l’arma segreta di ogni studente. Tra quelli in italiano l’app più gettonata è Dizionario Italiano; presenta una grafica semplice e intuitiva e funziona anche senza connessione internet. Per la lingua inglese invece Wordreference è una delle migliori: spiega le parole, le traduce e aiuta nella pronuncia.

Nuovo look? Perche no

Lo shopping online è comodo, veloce, sicuro, ma un difetto ce l’ha, ed è importante: non puoi provare i capi prima di ricevere i tuoi acquisti… O si?  Con Primo Look si possono “provare” i capi in virtuale. Come? Scattando una foto e caricandola nell’app, che crea una sorta di camerino virtuale, facendo vedere come ti staranno i capi che hai selezionato!

Non solo abbigliamento. Puoi “provare” anche i prodotti di bellezza, con YouCam Makeup o con il tool virtuale di Sephora ti permette di indossare mille sfumature del tuo rossetto preferito prima di effettuare una scelta. Infine, con Your Closet puoi creare il tuo “armadio virtuale”, selezionando anche outfit completi, per non perdere tempo la mattina.

Condividi

Commenta